Migliora la tua Postura, Migliora il tuo Benessere.

Scoliosi: cosa fare?

Si può curare la scoliosi in serenità e senza noiosi esercizi?

Da anni i ragazzi che fanno terapia con noi e che soffrono di scoliosi, hanno ottimi risultati.

Si parla di scoliosi quando alcuni muscoli sono troppo attivi e determinano un’alterazione delle simmetrie del corpo, in particolare della colonna vertebrale.

Le ricerche in questo campo pur avendo fatto passi da gigante, non hanno ancora definito con certezza le cause. Per questo spesso i genitori non sanno bene cosa fare e sentono pareri contrastanti.

Presso il nostro Studio seguiamo le indicazioni della dottoressa Bertelé che sono chiare e rendono possibile un percorso per migliorare la situazione di ciascuno.

La dottoressa è in questo campo da moltissimi anni collabora con più professionisti e ha già diverse pubblicazioni riguardo.

Tuttavia non è semplice per i genitori decidere il da farsi e spesso la sensazione di non capire qual è l’elemento principale da prendere in considerazione, prevale creando non poca confusione.

Si dice che siano necessari esercizi per molto tempo ogni giorno, ma questo non è sempre vero perché il percorso di terapia dipende da più fattori. E spesso non sono solo gli esercizi a fare la differenza.

Meglio di ogni descrizione tecnica è l’esperienza, quindi abbiamo chiesto a Federica e alla sua mamma di raccontarci la loro storia che ci fa capire come un percorso di terapia per la scoliosi, sia strettamente collegata con altri aspetti della vita di ciascuno.

Quando l’ortopedico ha visionato le radiografie e ha concluso la visita è stato chiaro: ”Sua figlia Federica ha una grave scoliosi ed esiste un solo rimedio: deve mettere un corsetto per 23 ore al giorno!!”. Il corsetto non era altro che un busto rigido strettissimo e la prima volta che mia figlia l’ha indossato mi si è stretto il cuore. Non riusciva a respirare profondamente, faticava a svolgere le sue attività quotidiane perché obbligata ad assumere posizioni innaturali e giorno dopo giorno vedevo che il suo corpicino e la sua anima erano “costretti” in  una rigida armatura….. In quel momento ho capito che questa non era la strada giusta. Poi, dopo lo sconforto, tante preghiere e numerose ricerche, ho finalmente scoperto il metodo Bertelè e abbiamo ricominciato a vivere. Federica ha iniziato un programma di fisioterapia insieme a Laura, con la quale ha da subito creato un bellissimo rapporto!! Grazie alle sedute ed ai suoi consigli, man mano la rigidità ed i dolori sono diminuiti ed oggi posso dire che abbiamo raggiunto grandi risultati!!!

Se mi avessero detto da subito che esisteva un metodo alternativo al busto, avrei risparmiato notti insonne, pianti e dolori alla schiena (assurdo, perché il busto avrebbe dovuto “curare”, non aggravare). All’epoca avevo 14 anni e tra le tante passioni spiccava quella per la musica; insomma frequentando il conservatorio ero abituata a suonare la chitarra tutti i giorni. Quando ho dovuto mettere il busto, dedicarmi al mio strumento era diventato impossibile e tutto ciò mi faceva stare malissimo!

Non vi dico la mia reazione quando Laura mi ha detto che non c’era bisogno di mettere il busto e che avrei potuto suonare QUANTO VOLEVO! Ero felicissima!! Ma vi dico di più: l’ortopedico mi aveva detto che il busto sarebbe servito per non peggiorare la mia condizione poiché secondo lui era IMPOSSIBILE un miglioramento. Oggi, grazie al percorso con Laura, non solo non sono peggiorata, ma la mia “curva alla schiena” è migliorata!

Grazie infinite Laura, hai ascoltato il mio corpo e te ne sei presa cura al meglio.

Federica

Toccante vero? Le parole di Federica mi emozionano ogni volta che le leggo!

Vuoi conoscere se la terapia per la scoliosi fa  al caso tuo o vuoi sapere se può andare bene per tuo figlio?

Posso darti una risposta al più presto: prenota ora un appuntamento, saremo lieti di fornirti informazioni.